Stampa questa pagina

Dottorato Studi Euro-Americani (Corso di Dottorato in via di esaurimento)

Il Dottorato in Studi Euro-Americani nasce nel 1982 con la denominazione “Studi Americani” su iniziativa dei docenti dell’omonimo dipartimento dell’Università “Sapienza” di Roma. Fin dall’inizio si configura come un dottorato che consente l’acquisizione di strumenti di ricerca metodologicamente e tematicamente interdisciplinari inizialmente rivolti all’area culturale nordamericana con l’obiettivo di costruire un ponte tra scienze umane e scienze sociali. Non caso il primo Collegio dei Docenti comprende studiosi di Storia, Architettura, Filosofia, Diritto, Antropologia culturale, Linguistica, Storia dell’Arte, Sociologia, oltre che di Letteratura Nord-Americana e Anglo-Canadese. Con il passaggio all’Università di Roma Tre (1992) il Dottorato mantiene il medesimo taglio ma via via estende il suo ambito di competenza alle regioni sudamericane con l’ingresso nel Collegio dei Docenti di studiosi di Letteratura brasiliana e delle Letterature ispanoamericane e un approccio intercontinentale. Nel 2009, con la modifica del nome del Dipartimento, anche il dottorato acquisisce la nuova denominazione di “Studi Euro-Americani” con la quale adesso è inserito nell’attuale Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, di cui è omologo per impianto interdisciplinare e obiettivi di ricerca.

Il programma dottorale ha poggiato e poggia anche su rapporti con prestigiose Università statunitensi (come la University of Virginia) e latinoamericane (Universidad de Buenos Aires, Universidad del Comahue, Universidad Católica Pontificia del Chile, UAM, Universidade de São Paulo) e su accordi ERASMUS con il St. John’s College di Oxford (Inghilterra), con l’Università di Barcellona (Spagna) e con l’Università di Bordeaux (Francia).

L’offerta formativa prevede seminari (per un totale di 60 CFU per anno) tenuti dai membri del Collegio dei Docenti, e da studiosi italiani e stranieri invitati, avvalendosi anche del Programma Fulbright e (negli ultimi cinque anni) del finanziamento d’Ateneo per la mobilità internazionale.

Ai dottorandi è fatto obbligo nel secondo anno di corso un soggiorno all’estero di almeno 3 mesi  presso l’Università più idonea ai loro progetti di ricerca. È altresì loro concessa, e auspicata, la partecipazione a convegni internazionali come relatori o uditori.

Per l’accesso alla provadi ingresso al Dottorato sono richieste tutte le lauree quadriennali di Vecchio Ordinamento o Magistrali di Nuovo Ordinamento (DM 509 e DM 270) rilasciate da corsi di laurea in scienze umane (lingue, letteratura, filosofia, sociologia, storia, antropologia, scienze politiche) e conseguite al termine di un percorso di studi americanista (nord e sud). Inoltre, è fatta obbligo la conoscenza della lingua inglese, più una a scelta fra spagnolo e portoghese. L’esame di ingresso consiste in una: una prova scritta di accesso a una prova orale. Le tematiche per la prova scritta sono le seguenti: Multiculturalismi, etnicità, miti di fondazione e di progresso; costruzione ed espressione di identità nazionale; cultura della migrazione; modernità e post-modernità. La prova orale consiste nella discussione della prova scritta, presentazione e discussione di un’ipotesi di ricerca per la tesi dottorale e accertamento linguistico. Ai candidati è data inoltre facoltà di  allegare eventuali titoli (pubblicazioni, traduzioni, relazioni presentate a congressi internazionali) di cui discutere in sede di prova orale.

 

 

Il collegio dei docenti è così costituito:

  • Camilla CATTARULLA (Coordinatore)
  • Sara ANTONELLI
  • Nicola BOTTIGLIERI
  • Alfredo BRECCIA
  • Maria Giulia FABI
  • Ettore  FINAZZI AGRO'
  • Paolo MAROLDA
  • Luca RATTI
  • Amanda SALVIONI
  • Cristina SCATAMACCHIA
  • Maria Anita STEFANELLI
  • Chiara VANGELISTA
  • Sabrina VELLUCCI

 

 

Strutture e Attrezzature disponibili

Il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere mette a disposizione i propri locali e le proprie attrezzatture: computer, fotocopiatrici, stampanti, biblioteca/videoteca, scanner, lettori microfilms/microcards, collegamento in rete con banche dati e università italiane e straniere. Mette inoltre a disposizione la propria segreteria didattico/amministrativa.