Stampa questa pagina

Laurea triennale in Lingue e Mediazione Linguistico-Culturale (L-12)

  • Corso di Laurea triennale in Lingue e mediazione linguistico-culturale (L-12)


Il Corso di Studio in Mediazione linguistica (Classe di laurea L-12-Mediazione linguistica) è stato istituito nel 2008/2009 con l'intento di formare una figura professionale di mediatore linguistico in grado di rispondere alle nuove esigenze del mondo del lavoro. Grazie ad un'offerta formativa ampia e diversificata (articolata in due curricula, Linguistica e Lingue Europee - LLE e Operatori della Comunicazione Interculturale - OCI), i laureati in Mediazione linguistica uniscono a solide competenze linguistiche, metalinguistiche e filologiche una formazione di base relativa agli ambiti storico-letterari, economico-giuridici e socio-antropologici.

Le lingue offerte nel Corso di Studio sono:
- lingua araba - lingua cinese - lingua francese - lingua inglese - lingua portoghese e brasiliana - lingua russa - lingua spagnola - lingua tedesca
Lo studio delle lingue è articolato in lezioni, esercitazioni e attività di laboratorio. Qualificanti per la formazione degli studenti della laurea triennale sono le esperienze di tirocinio/stage svolte presso enti nazionali e internazionali convenzionati con l'università a tale scopo, in cui gli studenti cominciano ad utilizzare le competenze acquisite durante gli studi universitari anticipando il contatto con il mondo del lavoro. 
È attiva una fitta rete di scambi con prestigiose università straniere nell'ambito dei programmi comunitari, (Socrates - Erasmus) e di accordi extra-comunitari per l'approfondimento delle lingue araba (Université Européenne d'Été- Lione), cinese (varie Università della Cina Popolare e di Taiwan;) e russa (Università statali di Mosca e S. Pietroburgo). Questa rete permette agli studenti di maturare esperienze di carattere internazionale necessarie per l'attività professionale che svolgeranno e consente confronti costruttivi con diverse realtà accademiche e con nuove forme di ricerca.
Sempre nell'ottica di contribuire ad una formazione culturale dinamica, il Corso di Studio si avvale anche di collaborazioni occasionali sul piano didattico di colleghi stranieri. La risposta positiva degli studenti nel corso degli anni – con un elevato numero di iscritti al Corso di Studio, molti dei quali provenienti da regioni italiane diverse e da paesi europei ed extra-europei – ha reso necessario introdurre un sistema di regolamentazione delle immatricolazioni (numero programmato); pertanto, l'accesso al corso è subordinato al superamento di una prova volta a verificare il livello di conoscenza di una lingua comunitaria (livello B1 del “Quadro di riferimento europeo” elaborato dal Consiglio d'Europa).
Alla fine del triennio, gli studenti acquisiscono basi adeguate alla prosecuzione degli studi nella Laurea Magistrale in Lingue moderne per la comunicazione internazionale - classe LM 38 o all'accesso a un Master di primo livello.